Intervista a Massimo Zompa
Una vita al servizio del design

News 12 set 2017

Interior designer di successo, Massimo Zompa ha lavorato con grandi nomi del panorama internazionale come Valentino, Fendi o Karl Lagerfeld e collaborato alla realizzazione di importanti set cinematografici oltre alla realizzazione di case private di personaggi come Carlo Verdone, Paolo Villaggio o Christian De Sica tanto per citarne alcuni.

Massimo come hai iniziato questa tua strabiliante carriera?
Ho iniziato a 23 anni nello Studio Mantovani a Roma, qui ho mosso i miei primi passi e lavorando ho capito quanto amassi l’idea di creare degli oggetti unendo i materiali più disparati. Da qui la mia grande passione per la ricerca di materiali sempre nuovi e la riscoperta di quelli più antichi che mi ha portato (e mi porta) a frequentare spesso i mercatini in Francia o in Inghilterra alla ricerca di idee sempre nuove.
Dopo qualche anno di lavoro presso lo Studio Mantovani ho aperto un mio negozio a Fontanella Borghese a Roma dove ho potuto dare libero sfogo alla mia creatività che traspariva soprattutto dalle mie vetrine particolari e molto apprezzate. Negli anni ’70 il mio piccolo negozio divenne un polo del gusto che attirò pian piano anche nomi importanti come Valentino, Fendi e Karl Lagerfeld che inizialmente venivano per acquistare degli oggetti e poi mi commissionarono lavori importanti.

C’è qualche lavoro a cui è particolarmente legato?
Sicuramente, in primo luogo, il lavoro per la casa di Karl Lagerfeld poiché proprio grazie a questo lavoro iniziò la collaborazione con casa Fendi in occasione di un importante evento dove ho potuto mettere a frutto tutte le mie competenze e la mia creatività. Per l’occasione ho seguito personalmente ogni più piccolo dettaglio…Ho disegnato le tovaglie, i candelabri e realizzato un evento completamente con la luce delle candele. Ricordo di aver cosparso il pavimento della sala con cannella e chiodi di garofano…L’atmosfera era unica!

Come le vengono le idee per le sue creazioni?
Le idee arrivano continuamente da qualunque situazione nella quale mi imbatto quotidianamente. Può essere una mostra o la visita a un museo o ancora l’osservare un artigiano che lavora…

Ci sono dei materiali che predilige?
Il mio rapporto con i materiali è particolare in quanto mi piacciono tutti ma “destrutturati” per poi rimontarli. Amo riscoprire antichi mestieri oggi quasi dimenticati come ad esempio quello del lattoniere o il restauratore di ceramiche. Credo che grazie a queste professionalità non ci sia limite alla creatività. Qualunque cosa si immagini può essere realizzata basta sapere come fare e a chi rivolgersi.

Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@massimozompa.com