Guardaroba a scomparsa

Interior Design 22 nov 2019

Se abbiamo la necessità di non voler vedere che in quel dato ambiente è stato collocato un guardaroba, bisognerà agire in modo tale che tutto scompaia, e l’ambiente nel quale si trova il guardaroba, non riveli assolutamente la sua presenza.
Facciamo degli esempi; ipotizziamo di voler utilizzare uno spazio per il guardaroba, ma l’ambiente scelto è un corridoio o una camera, che si usa normalmente per un altro scopo, una sala da pranzo o un ingresso per esempio. Incominciamo a prendere in considerazione un ingresso, un guardaroba in ingresso, soprattutto se funge da cambio di stagione o come contenitore per stoviglie e non vogliamo si capisca che c’è, si dovrà trovare il modo per occultarne la presenza. Dovremo lavorare sulle ante e sulle altre pareti dell’ambiente. Ci sono soluzioni più o meno costose che ci aiuteranno, oltre che a nascondere le ante dell’armadio, anche a decorare l’ambiente interessato. Un esempio potrebbe essere questo: immaginiamo di volere questo ambiente di un solo colore, diciamo bianco. Partendo dal battiscopa che ovviamente verrà posto a terra orizzontalmente lungo tutta la parete, gli poggeremo sopra delle bacchettine verticali di circa 3 cm di larghezza e distanti tra loro la stessa misura, sull’ armadio avranno il compito di coprire di poco le fughe tra un’ anta e l’altra e per tutta l’altezza dell’anta stessa che grossomodo, compreso il battiscopa, dovrebbe arrivare ad un’ altezza di 2,05-2,20 m, all’ incirca l’altezza di una porta. A questo punto l’ascesa di questa fascette verrà interrotta da una piccola cornice orizzontale alta 3 cm. Lo stesso tipo di lavoro usando queste fascette, battiscopa e cornicetta orizzontale si applicherà anche alle altre pareti, rendendole nell’ aspetto tutte uguali. Le ante dell’armadio si apriranno con il sistema spingi-apri così da evitare maniglie o pomelli che denuncerebbero l’esistenza dell’anta. Nessuno si accorgerà di questa presenza in realtà molto utilizzata. Sistemi specifici di apertura su cardini, aiuteranno a nascondere le fessure tra un’anta dell’armadio e l’altra. Naturalmente in questo lavoro di decorazione necessaria, incontreremo altri piccoli problemi da risolvere, per esempio, come inserire le prese e gli interruttori in questo rivestimento a righe, come si finirà contro le mostre delle porte che per loro natura devono contenere lo spessore del battiscopa, della cornicetta orizzontale e delle righe stesse.
Dovremmo scegliere se la bacchetta orizzontale di 3 cm sotto la quale terminano le bacchettine verticali debba passare sopra la mostra delle porte o fermarsi addosso ad essa. E sulla parete oltre questa zoccolatura/rivestimento cosa facciamo? E questo rivestimento? Allora sulla parete, oltre il rivestimento con le bacchette possiamo dipingere utilizzando un colore che contrasti anche leggermente con il bianco usato sotto, oppure facciamo delle campiture di colore ma tenute scostate dai 3 ai 5 cm su tutti i lati. Sulla parete a righe, si possono attaccare quadri o serie di quadretti che passeranno anche sopra le ante dell’armadio con un sistema di fermi che non faranno muovere il quadretto quando si aprirà l’anta dell’armadio nascosto. Le prese elettriche poi dipendentemente dall’ altezza del battiscopa, possono essere inserite nella parte piana dello stesso. Gli interruttori andranno invece inseriti nei punti meno visibili di una parete, prendendo in considerazione il percorso più comodo da fare per accendere e spegnere le luci dell’ambiente.

Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@massimozompa.it